Qberg

L’istituto di ricerca rileva che ad agosto l’Indice dei Prezzi Tecnologici (IPT) ha raggiunto i 104,34 punti con una contrazione congiunturale di -1,18 punti

Secondo QBerg, nel mese di agosto 2021 l’Indice dei Prezzi Tecnologici (IPT) ha raggiunto i 104,34 punti registrando una contrazione congiunturale di -1,18 punti rispetto a luglio 2021. Si tratta quarto mese di agosto consecutivo (il primo nel 2018) in cui l’IPT subisce una flessione. Trend che evidenzia come questo mese estivo stia diventando il più conveniente per gli acquisti dei consumatori italiani.

Secondo la società di ricerca QBerg, rispetto ad agosto 2020, anche a livello tendenziale, l’Indice dei Prezzi Tecnologici (IPT) subisce una lieve decrescita di 0,22 punti, interrompendo così un andamento di crescita positivo in atto da giugno 2020.

Le categorie tecnologiche

Le categorie che hanno maggiormente frenato la crescita dei prezzi ad agosto 2021 secondo l’analisi di QBerg sono state l’Audio/Video (-2,00 punti rispetto a luglio 2021, ma con un aumento tendenziale rispetto ad agosto 2020 di +1,64 punti); il GED (con una frenata congiunturale di 1,77 punti e tendenziale di 1,79 punti); i Wearable in continua contrazione di prezzo dal marzo 2021 e che in agosto 2021 hanno ridotto di 1,16 punti l’IPT congiunturale e di 3,31 punti quello tendenziale rispetto ad agosto 2020. Questo mese è da segnalare anche la riduzione di prezzo dei prodotti della categoria Hardware (-0,98 punti vs luglio 2021 e -2,34 punti vs agosto 2020) e degli Accessori AV (-0,85 punti ma +2,03 punti rispetto ad agosto 2020).

Mettendo a confronto agosto 2021 vs luglio 2021, i prezzi di Periferiche IT si vedono finalmente in rialzo di 4,50 punti dopo un lungo periodo di contrazione, anche se inferiori rispetto ad agosto 2020 di -4,54 punti. In crescita, sia congiunturale che tendenziale, anche l’IPT di Networking/Smart Home (rispettivamente +3,64 e +3,85 punti); della Telefonia Fissa (+1,30 e +6,43 rispetto ad agosto 2020); della categoria Foto (+1,21 e +7,95) e del Trattamento Acqua (+1,06 rispetto a luglio 2021 e, addirittura, a doppia cifra +11,28 a livello tendenziale).

Da segnalare, infine, il comportamento ambivalente di alcune categorie di prodotti quali il GED Built-in, la Telefonia Mobile e il PED che si differenziano per incrementi tendenziali positivi vs agosto 2020 (rispettivamente di 3,23 punti, 7,50 punti e di 1,99 punti), seppur registrando una situazione flat dei prezzi rispetto a luglio 2021, grazie a variazioni limitate dell’IPT (GED Built-in +0,66 punti, Telefonia Mobile -0,38 e Ped -0,47).

Le famiglie tecnologiche

Per QBerg la contrazione dell’IPT di agosto 2021 è stata principalmente dovuta dalla decelerazione dei prezzi di prodotti tecnologici a utilizzo prevalentemente domestico-familiare, della fascia prezzo alta (oltre i €500).

A ridursi, dopo il boom della pandemia, sono stati i prezzi soprattutto dei prodotti Hardware (sia a livello congiunturale che tendenziale): i Desktop con -4,54 punti vs luglio 2021 e -7,72 punti rispetto a agosto 2020; i Notebook con -2,26 punti congiunturali e -7,12 punti a livello tendenziale.

Anche alcuni prodotti GED, sia a libera installazione che Built-in, subiscono delle contrazioni: le Lavatrici e le Cucine perdono rispettivamente 2,94 e 2,76 punti di IPT vs luglio 2021. Le Lavatrici Built-in invece si contraggono di 3,98 punti (anche se aumentano l’IPT di 8,08 punti rispetto ad agosto 2020), così come i Congelatori Built-in che perdono 2,27 punti rispetto a luglio 2021 e 9,74 punti rispetto ad agosto 2020.

Nel settore Entertainment è rilevante la riduzione dei prodotti Home Cinema (in contrazione per il quinto mese consecutivo) sia a livello congiunturale (-2,56) che soprattutto a livello tendenziale rispetto ad agosto 2020 (-10,52), mentre i TV Flat contraggono l’indice IPT di 2,23 punti rispetto a luglio 2021. Infine, un ulteriore contributo negativo all’IPT di agosto 2021 rispetto a luglio 2021, è stato determinato da alcuni prodotti PED qual i Pulitori a Vapore (-3,20) e i Forni MW (-2,54 punti).

A contenere la contrazione dei prezzi di agosto 2020, ci sono stati alcuni prodotti tecnologici dal prezzo unitario medio inferiore a €200. Questi aumenti di prezzo non sono comunque riusciti a compensare la contrazione dei prodotti di fascia alta.

In evidenza, in particolare, le Periferiche IT, soprattutto le Stampanti, che dopo mesi di decrementi, sono in forte crescita su luglio 2021 (+20,79 punti) e su agosto 2020 (+31,78) così come le Stampanti Multifunzione (+2,54 su luglio 2021, ma ancora -10,01 su agosto 2020).

Crescita di prezzo rispetto a luglio 2021 anche per alcuni prodotti PED, quali Cappuccinatori (+5,10 punti ed anche +14,59 punti rispetto ad Agosto 2020) Apparecchi da Cucina (+2,93) e Rasoi Donna (+2,71 ed anche +11,40 rispetto ad Agosto 2020), così come per alcuni prodotti GED (Asciugatrici +1,95 e Frigoriferi Built-in +2,00).

Ci sono infine da segnalare, alcune interessanti e rilevanti variazioni tendenziali. In positivo la crescita rispetto ad agosto 2020 di Digital Camera (+7,95 punti), Monitor (+9,57) Macchine per Caffè (+10,35); in negativo Sistemi Hi-fi (-8,73 punti rispetto ad agosto 2020) e i DVD Player (-6,88).

Iscriviti alla newsletter!