Qberg

A settembre l’Indice dei Prezzi Tecnologici (IPT) è cresciuto rispetto ad agosto 2021, ma è ancora al di sotto dei livelli dello stesso mese del 2020

Qberg come ogni mese analizza l’Indice dei Prezzi Tecnologici (IPT). Nel mese di settembre 2021, l’Indice dei Prezzi Tecnologici (IPT) ha raggiunto i 105,35 punti, sfiorando così il punteggio di luglio 2021 (105,52 punti) e avvicinandosi al massimo storico di settembre 2020, quando l’IPT aveva raggiunto i 106,51 punti. 

L’analisi congiunturale di QBerg registra (rispetto ad agosto 2021) un incremento sostenuto dell’IPT di +1,03, riducendo così la battuta d’arresto dei prezzi dello scorso mese. 

Al contrario, a livello tendenziale, ossia rispetto a settembre 2020, l’IPT subisce una contrazione (-1,17 punti) per il secondo mese consecutivo, segnalando evidenti problematiche in alcune categorie e/o famiglie di prodotti tecnologici. 

Variazione Indice Prezzi Tecnologici (IPT) rispetto al mese precedente 

(Ultimi 48 mesi) 

Variazione Indice Prezzi Tecnologici (IPT) rispetto al pari mese dell’anno precedente 

(Ultimi 48 mesi) 

QBERG ANALIZZA Le categorie tecnologiche 

Un positivo contributo alla crescita dell’IPT arriva dalla Telefonia. Nello specifico ci sono stati aumenti positivi dell’IPT sia a livello congiunturale (rispetto ad agosto 2021) che tendenziale (rispetto a settembre 2020) per la Telefonia Mobile (+3,31 punti su base mensile e 7,06 punti su base annuale) e per quella Fissa (rispettivamente +1,65 e +7,32). 

Altre categorie che hanno contribuito alla crescita dell’IPT soprattutto a livello congiunturale sono state secondo QBerg: il Trattamento Aria (con un rilevante +14,92 punti a livello congiunturale e +3,07 tendenziale rispetto a settembre 2020); alcune categorie del settore Entertainment come gli Audio Video (+1,90 rispetto ad agosto) e gli Accessori AV (+1,29 punti congiunturali e +2,26 tendenziali). Meno impattanti sul complessivo IPT, alcune categorie del settore Elettrodomestici, quali Ged Built-in (+1,33 congiunturale e +2,56 tendenziale) e il Ped (rispettivamente +0,85 e +1,36). 

A settembre 2021 si rilevano, inoltre, comportamenti ambivalenti per quanto riguarda i trend congiunturali e tendenziali per alcune categorie del settore Comunicazione, come i Wearable che crescono di 4,59 punti rispetto a agosto 2021 e invece riducono l’IPT di 1,30 punti rispetto a settembre 2020 e il Networking/Smart Home che subisce una consistente contrazione di 6,37 punti congiunturali e un incremento di 4,97 punti tendenziali. Stessa ambivalenza per il Ged (+1,66 congiunturale e -2,09 tendenziale) e l’Hardware (rispettivamente +0,33 punti e -1,41 punti). Al contrario, sottolinea QBerg, altre categorie quali Foto e Trattamento Acqua evidenziano contrazioni in ambito congiunturale e una crescita sostenuta in ambito tendenziale (Foto -0,76 rispetto a agosto 2021 e +5,59 rispetto a settembre 2020; Trattamento Acqua -5,11 punti e +6,83 punti rispetto a settembre 2020). 

Uniche due categorie di prodotti tecnologici con IPT congiunturale e tendenziale negativo sono l’Home Entertainemt (-0,01 e -8,84 punti rispetto a settembre 2020) e le Periferiche IT, che continuano il loro trend negativo (-1,37 punti congiunturali e un consistente -10,07 a livello tendenziale). 

Variazione Indice Prezzi Tecnologici (IPT) per Categoria (Ultimi 2 mesi; ultimo mese vs. anno precedente) 

qberg analizza Le famiglie tecnologiche 

L’incremento dell’IPT di settembre 2021 è stato principalmente imputato all’accelerazione dei prezzi di alcuni prodotti dei settori Comunicazione, Ped e Ged, sia a libera installazione sia Built-In sottolinea QBerg. 

Nel settore Comunicazione rilevanti gli incrementi, sia congiunturali che tendenziali, dei Telefoni VOIP (rispettivamente +6,90 punti e +11,42), dei Telefoni cellulari (+3,31 e +7,06) e anche degli Smart Watch (+5,23 punti congiunturali, ma -2,99 a livello tendenziale), anche se gli altri prodotti della categoria Wearable registrano marcate contrazioni tendenziali (Sport Watch -8,79 ed Healt&Fitness -7,39). Da segnalare anche i telefoni cordless con una rilevante crescita di prezzi a livello tendenziale (rispetto a settembre 2020) di +7,26 punti dell’IPT, a differenza degli Assistenti Vocali che perdono ben 6,37 punti dell’IPT rispetto ad agosto 2020. 

Nell’ambito degli Elettrodomestici si registrano marcati incrementi sia congiunturali che tendenziali per il GED Built-in: Frigoriferi (+6,57 e +12,42 punti), Lavatrici (+3,41 e +7,80) e Congelatori (+10,38). Per le famiglie GED a libera installazione, invece, si rilevano positivi incrementi congiunturali per Asciugatrici (+3,52 punti) e Cucine (+3,45). 

Infine per i prodotti PED, da segnalare le crescite di prezzi congiunturali e tendenziali per i Ferri da Stiro (+5,37 e +8,99) e i Cappuccinatori (+5,33 e +20,92) e quelle solo tendenziali delle Macchine da Caffè (+10,63) e dei Capelli (+10,25). Frenano a livello congiunturale, al contrario, i prezzi dei Rasoi, sia Uomo che Donna (rispettivamente -0,98 e -1,80), anche se i prodotti Rasoi Donna registrano un marcato incremento tendenziale di +8,29 punti. 

Sono due, invece, i settori Tecnologici che hanno subito contrazioni di prezzi nel mese di settembre 2021: l’Entertainment e l’Informatica. Nel settore Entertainment subiscono le contrazioni maggiori di prezzo a livello congiunturale alcuni prodotti della Categoria AudioVideo: le Docking Station (-5,77 punti); le Videocamere (-1,53) e le Digital Camera (-0,76). 

Non mancano decrescite a livello tendenziale per i prodotti Home Cinema (-9,76); per i Sistemi Hifi (-8,20), DVD Player (-6,55) e Consolle per Videogiochi (-8,84). 

L’informatica appare un settore in evoluzione a livello di prezzi: a livello, sia che congiunturale che tendenziale, subiscono una contrazione di prezzi le Stampanti Multifunzione (-1,57 e in particolare -14,24 punti di IPT rispetto a settembre 2020) e i Notebook (-1,30 e -6,61) mentre, solo a livello tendenziale, anche i Desktop con – 7,65 punti. Unica nota positiva per il settore Informatica è la crescita dei prezzi a livello tendenziale delle Stampanti (+8,91) e dei Monitor (+9,61). 

Variazione Indice Prezzi Tecnologici (IPT) per Famiglia – Top 10 per crescita 

(Ultimi 2 mesi; ultimo mese vs. anno precedente) 

Variazione Indice Prezzi Tecnologici (IPT) per Famiglia – Top 10 per decrescita 

(Ultimi 2 mesi; ultimo mese vs. anno precedente) 

Le evidenze rilevanti secondo Qberg

L’atteso rimbalzo dei prezzi per il mese di settembre 2021 è avvenuto solo parzialmente. Infatti a fronte di un buon incremento dei prezzi di 1,03 punti rispetto ad agosto 2021 si è evidenziata una contrazione a livello tendenziale rispetto a settembre 2020 dell’indice IPT (-1,17 punti), fenomeno che non accadeva da almeno 3 anni. 

A settembre 2021, i prezzi sono saliti: 

nel settore Comunicazione: i Cellulari soprattutto a livello tendenziale e la Telefonia Fissa che è in progressiva crescita da febbraio 2021 nel settore Elettrodomestici (GED, GED Built-in e PED), soprattutto nel GED Built-in che nel mese di settembre ha fatto registrare l’indice IPT massimo degli ultimi 5 anni 

I prezzi sono scesi in queste categorie prodotto: 

Audio\Video con la marcata contrazione tendenziale dell’Home Cinema in quasi tutte le famiglie prodotto, con l’eccezione dei TV Flat Informatica che continua a registrare contrazioni congiunturali e tendenziali dei prezzi, ad eccezione dei Monitor 

Il mese di ottobre sarà determinate per intuire le dinamiche dei prezzi natalizi, che storicamente contraggono l’indice IPT nell’ultimo trimestre dell’anno grazie alle offerte dei reseller. Sarà interessante verificare, inoltre, l’impatto sui prezzi di fine 2021 dello shortage dei metalli rari che già adesso fa registrare incrementi tendenziali marcati sui prezzi di prodotti come i Cellulari, i Notebook, i Monitor e, parzialmente, i Tv Flat, influenzati anche da fattori esterni quali lo switch-off e il bonus governativo.

Iscriviti alla newsletter!