Centro coordinamento Raee

Il documento ha anche l’obiettivo di avviare attività di sostegno alle imprese della filiera delle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE)

Centro di Coordinamento RAEE – l’organismo centrale che si occupa di ottimizzare la raccolta, il ritiro e la gestione dei RAEE in Italia – e l’Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura (Unioncamere) hanno siglato un protocloo di intesa per garantire il rispetto degli obblighi normativi per favorire la tutela del mercato e una equa concorrenza, realizzare una gestione corretta della filiera delle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE).

Le Camere di Commercio gestiscono il Registro nazionale dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche che ad oggi rileva circa 9.000 operatori.

L’entrata in vigore del regime Open scope dal 15 agosto 2018 (come previsto dal decreto legislativo 49/2014) ha ampliato la platea delle imprese soggette alla disciplina dei RAEE la cui valorizzazione rappresenta un’opportunità importante in un’ottica di economia circolare, per il volume di materie di pregio che possono essere recuperate e riutilizzate nel medesimo settore produttivo.

Informare e accompagnare le imprese nel rispetto dei propri adempimenti rappresenta il primo step per la valorizzazione delle risorse derivanti dai RAEE, che richiede lo sforzo di tutti i soggetti vicini alle esigenze delle imprese. In questo senso la collaborazione avviata tra Centro di Coordinamento RAEE e Unioncamere intende favorire sinergie capaci di massimizzare l’efficacia e l’efficienza delle rispettive attività.

Per leggere i dettagli del protocollo clicca QUI

Iscriviti alla newsletter!