Bene gli smartphone in EMEA

I dati IDC dicono che nel Q1 2021 il mercato smartphone è cresciuto fino a raggiungere un record di 93.060 milioni di unità

Bene il mercato smartphone in EMEA, i settore è cresciuto fino a raggiungere un record di 93.060 milioni di unità nel primo trimestre del 2021, è quanto emerge dall’ultimo Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker di International Data Corporation (IDC). Questo risultato trimestrale rappresenta una crescita del 20,9% rispetto al 1Q20, mentre l’aumento del valore, a 31,676 miliardi di dollari, è stato del 29,0% superiore a quello dell’anno precedente. In Europa, l’aumento di valore rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno è stato di quasi un terzo, a 23,196 miliardi di dollari. “Non sorprende che il primo trimestre sia stato ben superiore al 1Q20“, ha affermato Marta Pinto, responsabile della ricerca presso IDC EMEA, “poiché i primi blocchi del coronavirus erano già iniziati, ma i nuovi dati sono anche ben superiori a quelli del 1Q19, prima della crisi“. “Né i nuovi blocchi in alcuni paesi né una prevista carenza di circuiti integrati hanno rallentato il mercato, ha affermato Simon Baker, direttore del programma di IDC EMEA. “IDC ha ricevuto segnalazioni di importanti distributori e clienti nei paesi più grandi a cui è stata data priorità nelle consegne e di alcuni marchi colpiti da carenze di componenti, ma nel complesso i fornitori sono stati in grado di soddisfare l’elevata domanda”.

Samsung ha avuto un trimestre molto forte e ha conquistato quasi i due quinti del mercato europeo degli smartphone, la sua quota trimestrale più grande da sei anni. Apple, al secondo posto in Europa, ha mantenuto lo slancio dopo il successo del trimestre di lancio della nuova linea di iPhone 12. Xiaomi è stato un chiaro vincitore nel trimestre: era in terza posizione in Europa e ha preso quasi un quinto del mercato, la sua migliore performance di sempre. Insieme, i tre fornitori hanno rappresentato quasi i quattro quinti del mercato europeo degli smartphone. Il resto del mercato europeo è stato ampiamente diviso. Huawei ha continuato a crollare ed è scesa a solo il 2,6%, con Honor, precedentemente il suo secondo marchio e ora una società separata, allo 0,7%. I volumi di OPPO e vivo sono rimasti relativamente modesti. In Africa e Medio Oriente, Transsion, attraverso i suoi principali marchi Tecno, Infinix e itel, continua a crescere. Si è classificato al terzo posto nell’elenco complessivo degli smartphone EMEA per il trimestre, nonostante abbia finora solo una presenza limitata in Europa. Baker ha affermato che c’è ancora un po’ di incertezza sulla fornitura di circuiti integrati all’industria della telefonia nel corso dell’anno. Con un risultato così forte nel primo trimestre dell’anno, tuttavia, IDC si aspetta un’inversione quest’anno con un leggero calo anno su anno delle vendite di smartphone simile a quello visto in Europa dal 2015.

Iscriviti alla newsletter!